La poetica degli ortaggi

La rucola parla al cuore

IMG_0807

12 agosto.

Mentre ero tra le zolle del mio orto questa sera è venuto a salutarmi Abdullah, un signore curdo del vicinato. Non l’avevo mai visto prima di oggi, ma è passato a salutarmi lo stesso incuriosito dal fatto che stavo spargendo il calcare dolomitico sulla terra da seminare. Ero l’unica tra gli orti.
Si è fumato una sigaretta, mentre mi raccontava la sua visione della vita. Ci dobbiamo aiutare a vicenda, la vita è corta, chiudi gli occhi ed è già finita. Così mi ha detto.
Non ho potuto fare altro che dargli ragione. Ha assaggiato la mia rucola, gliene ho data un po’ da portare a casa. Mi ha ringraziata per questo e per la chiacchierata mettendosi la mano al cuore. Gli angeli (se esistono) sono tra noi, e qualche volta passano dal mio orto.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...